Schalke e Salerno: la storia di un gemellaggio

Schalke e Salerno: la storia di un gemellaggio

Veder sventolare la bandiera granata durante alcune partite della FC Schalke 04 destò sorpresa e curiosità da parte delle tifoserie italiane e, soprattutto, tra chi vive lo stadio non conoscendo bene tutte le dinamiche degli ultras. “Ai tifosi dello Schalke piaceva il nostro modo di tifare e si sono avvicinati alla nostra curva con molta

Veder sventolare la bandiera granata durante alcune partite della FC Schalke 04 destò sorpresa e curiosità da parte delle tifoserie italiane e, soprattutto, tra chi vive lo stadio non conoscendo bene tutte le dinamiche degli ultras.
“Ai tifosi dello Schalke piaceva il nostro modo di tifare e si sono avvicinati alla nostra curva con molta ammirazione. Sono venuti diverse volte a studiare il nostro modo di muoverci in curva, il nostro tifo. Per noi è un momento di orgoglio perchè credo che con i risultati sportivi non riusciremo mai ad arrivare a far sventolare un nostro vessillo in una gara di champions”.
E’ un esponente del gruppo ultras del Centro Storico a spiegarci, con la supervisione di un rappresentante della curva dello Shalke, com’è nato questo gemellaggio tra le due tifoserie: “Poi un giorno si sono presentati da Fans Shop a Salerno e si sono messi in contattato con la Nuova Guardia. Piano piano le visite tra noi sono aumentate. Ritengo che loro siano una grande tifoseria e siamo onorati di poter vantare la loro amicizia. Sono molto organizzati e compagni di viaggio seri e sinceri. Nei momenti di difficoltà non ci hanno mai abbandonato. Per il centenario si sono fermati in città per ben cinque giorni sventolando il loro vessillo creato per l’occasione”.
E’ bastato vedere le belle coreografie, controllare you tube per innamorarsi “del magico mondo della Salernitana”.
Annuisce il collega di curva tedesco che segue con attenzione le chiacchiere che ci siamo scambiati durante la partita in spiaggia delle vecchie glorie.
Lo sport vince anche questa volta e chissà che, confrontandosi con una piazza così importante, sportivamente parlando, non possa far si che, la curva sud Siberiano, ritorni ad avere quella compattezza che l’ha contraddistinta negli anni portando “il vero tifo in tutta Italia e nelle città”-

Altre News