Salernitana: vittoria contro lo Spezia “condicio sine qua non” per i playoff

Salernitana: vittoria contro lo Spezia “condicio sine qua non” per i playoff

La Salernitana esce indenne dalla trasferta di Trieste contro il Pordenone, ma esce dalla griglia playoff a 90’ dal termine della stagione regolare. I granata hanno impattato contro la compagine allenata da Tesser al termine di un botta e risposta dagli undici metri: a Burrai ha risposto Di Tacchio. Il match è stato particolarmente equilibrato

La Salernitana esce indenne dalla trasferta di Trieste contro il Pordenone, ma esce dalla griglia playoff a 90’ dal termine della stagione regolare. I granata hanno impattato contro la compagine allenata da Tesser al termine di un botta e risposta dagli undici metri: a Burrai ha risposto Di Tacchio.

Il match è stato particolarmente equilibrato e avaro di emozioni, con i portieri impegnati per lo più in interventi di ordinaria amministrazione. L’incontro si è sbloccato per effetto di un fallo ingenuo commesso da Aya (insufficiente quest’oggi ed anche ammonito) che ha causato il penalty trasformato da Burrai. Dopo pochi giri di lancette, gli ospiti hanno ristabilito le sorti dell’incontro avvalendosi di un fallo molto probabilmente valutato ai danni di Heurtaux, bravo nel ruolo di centrale della difesa a tre.

La sfida ha poi ristagnato prevalentemente nella zona nevralgica del campo: la Salernitana ha avuto una sterile supremazia territoriale non sfruttata adeguatamente. Ventura avrebbe dovuto osare qualcosina in più schierando la squadra a trazione anteriore nella fase finale della gara: gli ingressi di due pezzi da 90 come Akpa Akpro e Djuric sono parsi tardivi, specie in relazione ad una condizione atletica leggermente superiore palesata dai granata rispetto ai neroverdi. Per quanto visto complessivamente sul rettangolo verde, il pareggio è stato la naturale conseguenza. L’X scaturito a valle del triplice fischio di Pezzuto è stato indubbiamente salutato con giubilo dalla compagine allenata da Tesser, certa quantomeno del quinto posto ma con speranze finanche di centrare il terzo posto, se lo Spezia cadesse a Salerno.

Proprio la vittoria contro la squadra che al momento occupa il terzo posto in classifica è la “condicio sine qua non” della Salernitana per centrare un piazzamento nei playoff, stante la deficitaria situazione negli scontri diretti da parte dei campani. Infatti, i granata sono in vantaggio negli scontri diretti solo contro il Cittadella, ma un arrivo a pari merito contro i veneti dirimerebbe solo il piazzamento playoff delle due compagini, senza inficiare la partecipazione di nessuna delle due agli spareggi.

Ironia della sorte ha voluto, però, che, nonostante un groviglio di squadre a quota 53 punti, la Salernitana non possa, causa classifica avulsa a sfavore, riuscire a centrare un piazzamento superiore al nono posto, anzi. Qualora i granata pareggiassero e l’Empoli vincesse a Livorno (molto probabile), i campani chiuderebbero addirittura decimi.

Facendo ordine, riportiamo di seguito alcuni scenari possibili, dal più ottimistico al più pessimistico.

La Salernitana può addirittura sperare in un quinto posto, classifica ed aritmetica alla mano, qualora vi fosse la seguente combinazione di risultati:

Sal-Spe 1; Ent-Cit 1; Fro-Pis X; Chi-Pes X2; Liv-Emp 1X2

Trascurando il caso triviale di arrivo con una sola altra squadra a quota 53 (granata sempre sfavoriti contro Frosinone, Chievo, PIsa), gli arrivi a più squadre a quota 53 condannano la Salernitana fuori dai playoff per effetto della gara tra Frosinone e Pisa. Le due seguenti combinazioni sono deleterie per i campani:

Fro-Pis 1; Chi-Pes 2; Sal-Spe X // Fro-Pis 2; Chi-Pes X; Sal-Spe X

Se a questi risultati fosse aggiunto un Liv-Emp 2, la Salernitana chiuderebbe decima.

In buona sostanza, dunque, la Salernitana è chiamata ad un solo risultato contro lo Spezia: la vittoria. L’aspetto positivo della vicenda risiede proprio in Frosinone-Pisa, ago della bilancia della corsa ai playoff: la gara dello Stirpe impedisce sì ai granata di centrare il piazzamento tra le prime otto con un pareggio contro lo Spezia, ma altresì consente alla compagine allenata da Ventura di andare ai playoff in caso di successo riportato dai granata nella prossima gara perché, a quel punto, qualsiasi risultato proveniente dalla Ciociaria permetterebbe ai campani di essere tra le prime otto. Come già detto in altri editoriali, la Salernitana è artefice del proprio destino. Per i processi, c’è tempo.

Altre News